sabato 8 marzo 2014

Orecchiette alle cime di rapa





Le orecchiette alle cime di rapa, nato come piatto povero della tradizione contadina pugliese, è giustamente considerato, ad oggi, come uno dei piatti tipici nazionali e, con la presenza delle verdure, credo costituisca anche un ottimo esempio di piatto sostanzioso ma ben equilibrato.

A casa le preparo spesso e, per la realizzazione, mi sono sempre affidata alla ricetta di Antonella Ricci, chef del ristorante "Al fornello da Ricci" di Ceglie Messapica, in provincia di Brindisi.

INGREDIENTI PER 4:

400 g. di orecchiette pugliesi
1 kg di cime di rapa
5-6 acciughe dissalate
1 spicchio d'aglio
1 peperoncino fresco
olio evo
sale q.b.
4 pomodorini (io non li metto)

PREPARAZIONE:

Pulite le cime di rapa eliminando le foglie sciupate, gli steli esterni duri e fibrosi e tenete da parte le foglie e gli steli teneri. Prendete le cimette, staccatele ad una ad una dal torsolo, eliminate la parte esterna del torsolo e tagliate a pezzetti la parte interna bianca e tenera.

In una pentola portate ad ebollizione abbondante acqua salata e  tuffatevi le orecchiette. A metà cottura aggiungetevi le cime di rapa e completate la cottura.

Nel frattempo, in una larga padella, scaldate aglio e olio e aggiungetevi il peperoncino,le acciughe, i pomodorini tagliati in quattro (se intendete usarli) e aggiustate di sale.

Cuocete la pasta un minuto in meno del tempo indicato e serbate un mestolo di acqua di cottura.

Ponete la pasta nella pentola col condimento e saltatela a fuoco vivace bagnando con l'acqua di cottura.

Servite ben caldo.





 
Posta un commento