lunedì 13 gennaio 2014

La Torta della Nonna

 


Spesso, alla domenica, mia nonna ama riunire tutta la sua famiglia attorno alla tavola,
preparando tanti di quei piatti da non aver bisogno né di cenare né tantomeno di cucinare nei giorni successivi vista la gran mole di cibo che avanza.

Oggi, però, al dolce ho pensato io.
E quale dolce più adatto all'occasione se non la Torta della nonna?
Questa delizia (definirla crostata è riduttivo) è, a mio parere,
uno dei migliori dolci della tradizione culinaria italiana.

E credo che la sua forza sia nella sua semplicità:
un guscio di pasta frolla che racchiude una deliziosa crema pasticcera
e una croccante copertura di pinoli e zucchero al velo.

L'origine di questo dolce delizioso l'ho trovata su Wikipedia ed è qui che si conferma l'origine toscana, anzi fiorentina.
 
In particolare, il dolce "venne creato per scommessa da Guido Samorini.
 Alla creazione gestiva un ristorante oggi scomparso che portava l'omonimo nome del luogo e del mercato stabile rionale fiorentino: San Lorenzo.
 Alcuni clienti, stanchi dei pochi dolci che la cucina tipica offriva,
 gli chiesero una sorpresa per la settimana successiva quando si sarebbero presentati per la novità.
 Il Samorini gli presentò quel piatto che fece tanto piacere nel gusto e nella novità".

La mia ricetta, dato che la versione originale pare irreperibile, è il frutto di vari "tentativi":
prendi la frolla da qui, la crema da lì...beh, il risultato è una ricetta affidabile
e chiunque abbia assaggiato la mia torta mi ha chiesto
sia la ricetta, sia un pezzo da portar via ;)
 
Una variante di questa torta consiste nell'aggiunta di cacao e,
in questo caso, si parla di "Torta del nonno".

INGREDIENTI:

- per la pasta frolla
300 g. di farina 00
3 tuorli
150 g. di burro
100 g. di zucchero semolato
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito

- per la crema
4 tuorli
100 g. di zucchero
30 g. di faina 00
250 ml. di panna fresca
250 ml. di latte
la buccia (intera) di un limone
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

- per decorare
100 g. di pinoli
zucchero a velo

PREPARAZIONE:

Sulla spianatoia o in una grossa bowl versate la farina, lo zucchero, il lievito e il pizzico di sale.
Aggiungete il burro freddo tagliato a pezzetti e iniziate a sfregare con le mani sino ad ottenere un composto bricioloso.
A questo punto unite i tuorli e lavorate bene (ma non troppo a lungo) sino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo: dategli la forma di una palla, schiacciatela leggermente, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela riposare in frigo per almeno mezzora.
Intanto preparate la crema pasticcera versando, in un tegame, il latte, la panna e la buccia del limone e dategli una leggera scaldata, a fuoco dolce.
In un altro tegame (più largo stavolta) mescolate i tuorli con zucchero, farina ed estratto di vaniglia. Quando il composto sarà omogeneo versatevi il mix di latte e panna e lasciate addensare.
 Quando la crema avrà raggiunto la giusta consistenza versatela in una pirofila piuttosto bassa, copritela con della pellicola trasparente facendola aderire sulla superficie della crema e lasciatela raffreddare, meglio se in frigorifero.
Sul piano di lavoro posizionate un foglio di carta forno, poggiatevi la pasta frolla, coprite questa con un altro foglio di carta forno e, aiutandovi con un mattarello, stendete la pasta dandogli una forma circolare e tenendola ad uno spessore di circa mezzo centimetro.
Poggiate la pasta in uno stampo per crostate (da 24-26 cm di diametro) lasciandola la carta da forno alla base oppure, se avete uno stampo apribile, imburratelo, infarinatelo leggermente e adagiatevi la frolla.
Bucherellatene il fondo con i rebbi di una forchetta e versatevi la crema. Rabboccate i contorni e cospargete con i pinoli.
Ora mettete nel forno preriscaldato a 180° e cuocete per circa 40-45'.
Quando sarà ben fredda poggiatela su un piatto da portata e spolverizzate con abbondante zucchero a velo.
 E' preferibile prepararla il giorno prima, conservandola, ovviamente, in frigorifero.


              
 







Posta un commento