lunedì 27 luglio 2015

Tiramisu. Quando le ricette perfette sono quelle della tradizione. O no?

 
Sono una persona piuttosto accomodante e diplomatica,
che il buono lo cerca in tutto e in tutti.
Anche se
(sarà colpa della mia professione?)
alla mediazione-conciliazione-negoziazione preferisco la lite giudiziaria e,
se sento qualcuno che dice che il tiramisù lo fa con i Pavesini,
alla diplomazia preferisco una risata.
Beffarda.
 
Il tiramisù, se lo fai con i Pavesini, NON è tiramisù.
Punto.
Il tiramisù è con i savoiardi.
Savoiardi home made, poi, sarebbe il massimo.
 
Su una variante, però,
chiudo un occhio.
Sulla panna.
La panna montata col tiramisù ci sta che è una meraviglia.
E' la ciliegina sulla torta.
Dona leggerezza e volume alla crema che,
in assenza di panna
- a mio avviso -
ha un che di talmente pesante che, dopo un paio di cucchiate,
mi spinge ad abbandonare il dessert nel piatto.
 
Ma siamo sicuri che nella ricetta originale la panna non fosse prevista? ;)

INGREDIENTI:

400 g. savoiardi
4 uova
100 g. zucchero
500 g. mascarpone
200 ml. panna da montare (io uso quella già zuccherata)
10 tazzine di caffè leggermente zuccherato
cacao amaro q.b.

PREPARAZIONE:

Prima di tutto preparate il caffè,
zuccheratelo leggermente,
(se fosse troppo ristretto allungatelo con un goccio d'acqua)
e ponetelo in un piatto fondo.

Preparate tre ciotole capienti:
nella prima battete i tuorli con lo zucchero,
nella seconda montate gli albumi e nell'ultima montate la panna.

A questo punto al composto di zucchero e tuorli aggiungete il mascarpone,
la panna montata e, infine, gli albumi.

Ora non resta che procedere alla composizione del dolce
alternando i savoiardi, intrisi nel caffè, alla  crema.

Terminate con la crema e
spolverate con cacao amaro.

Mettere in frigo per qualche ora, dopodiché servite.

Enjoy it.
 


 

 

Posta un commento